Minuzzoli di Gaia Roma

Gaia Roma indaga la superfice che forma le cose e istituisce un dialogo intimo con la materia.

Le sue tele riconducono in una dimensione eterea, quasi onirica: è il bianco a dominare lo spazio. In quello spazio c’è una linea sottile che separa la veglia dal mondo dei sogni, la coscienza dall’inconscienza, per poi lasciare fluire pensieri ed emozioni.

Le serie Minuzzoli, piccole tele, le cui basi sono lastre di metallo effetto corten dalla superfice materica, diventano scenario per instantanee di vita, dove piccoli omini si muovano in atmosfere sospese a narrare storie ironiche, a tratti sognanti e poetiche.

Due dimensioni perfettamente intrecciate che fissano le sfumature più recondite dell’animo umano.

Gaia Roma Nata a Milano nel 1977, diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Brera.

g.gaiaroma@gmail.com

ph Valerio Donghi

ph Fiammetta Rizzo

©Riproduzione riservata