Visioni di Tamara Ferioli

Abbiamo incontrato Tamara Ferioli nella sua casa- studio, uno spazio totalmente bianco che ci conduce nel mondo visionario dell’artista. Un viaggio nel suo immaginario fatto di sassi, vegetali, pietre, alveari, semi, soffioni che ha raccolto durante i suoi viaggi. Instancabile viaggiatrice, di recente è stata in Indonesia, Islanda e Giappone, luoghi lontani, fonte d’ispirazione necessaria, che narrano leggende e antiche tradizioni.

E’ affascinata dalla natura con cui instaura un rapporto intimo, dove corpi nudi fluttuano e diventano “natura stessa” per imprimere profonde emozioni. Le sue sono immagini poetiche che raccontano una bellezza solitaria che seduce e ritrova la sua espressione più alta dell’esistenza.

Lei fa vivere le proprie opere lasciando forte traccia della sua identità personale, attraverso i propri capelli rossi, dove custodisce antichi segreti. Usa il segno sottile della matita per raccogliere tensioni e trasformarle in visioni, che descrive e fa esistere su tele bianche, massima espressione di libertà, e in cui il colore è semplicemente accennato senza mai invadere lo spazio a enfatizzare elementi chiave della sua narrazione.

 

Nulla è lasciato al caso, ogni elemento che esiste in natura si anima in una perfetta sinfonia.

www.tamaraferioli.it

Ph Giorgio Liddo

©Riproduzione riservata